Ieri l’apertura nella Capitale con l’ensemble folkloristico “Tara Vrancei”

Roma, 2 ott. (askanews) – La 13esima edizione del Festival internazionale Propatria ha preso il via domenica 1 ottobre da Roma per iniziare il suo viaggio attraverso l’Europa. Quest’anno, gli artisti romeni provenienti da tutto il mondo raggiungeranno le comunità della diaspora in Italia, Germania, Israele, Francia, Repubblica di Moldova e poi per la tappa finale in Romania.

Organizzata con il sostegno del Dipartimento per i Romeni all’Estero, in collaborazione con istituzioni diplomatiche e culturali in Europa, la 13esima edizione sarà itinerante e viaggerà da Roma a Chisinau, poi a Berlino, Parigi, Tel-Aviv, di nuovo Roma e Bucarest, con l’obiettivo di unire la diaspora romena attraverso la cultura.

L’inaugurazione del festival si è tenuta nel cuore di Roma, nella famosa Piazza di Spagna, con uno spettacolo folcloristico eseguito dall’Ensemble Folclorico Professionale “Tara Vrancei”, in collaborazione con l’Ambasciata di Romania in Italia, il Comune di Roma-Assessorato alla Crescita Culturale e Comune di Focsani, Romania.

Il festival proseguirà a Roma il 4 ottobre, quando il maestro Daniel Jinga, Direttore dell’Opera Nazionale di Bucarest, dirigerà l’Orchestra da Camera del Conservatorio di Santa Cecilia. La maratona culturale proseguirà a Roma con un concerto del soprano Rodica Vica (Austria) e della pianista Mara Dobrescu (Francia), direttrice artistica del festival, presso il Forum Austriaco di Cultura in Roma, seguito da un recital pianistico di Adela Liculescu (Austria) presso l’Ambasciata di Romania in Italia.

Il festival si sposterà poi nella Repubblica di Moldova, alla Sala dell’Organo di Chisinau con lo spettacolo di musica e poesia “Applausi al poeta”, con l’attrice Rodica Mandache, l’attore Eduard P?una e il pianista Catalin Raducanu. Tappa successiva Berlino, presso l’Ambasciata di Romania in Germania, con un concerto del pianista Cristian Niculescu e del violoncellista Radu Nagy.

Seguirà Parigi, con un concerto in collaborazione con il Concorso Internazionale di Canto George Enescu di Parigi della violinista Irina Muresanu (USA) e della pianista Dana Ciocârlie (Francia). Il festival si sposterà poi in Israele con un recital pianistico del pianista Michael Abramovich (Germania) al Conservatorio di Tel Aviv, in collaborazione con l’Associazione degli scrittori israeliani di lingua romena.

Il Festival internazionale Propatria si concluderà in Romania il 30 ottobre con il Gala Straordinario di Opera Propatria 13, che si svolgerà sul palcoscenico dell’Opera Nazionale di Bucarest, con il soprano Letitia Vitelaru (Italia) e il baritono Sorin Coliban (Austria) come solisti, accompagnati dall’Orchestra Metropolitana di Bucarest, diretta da Daniel Jinga. Con la partecipazione delle ballerine dello Studio di Balletto per i Giovani dell’Opera Nazionale Bucarest.

Importante punto di riferimento culturale, festival a vocazione internazionale, per la seconda volta fuori dai confini dell’Italia, dove è nato, il Festival Propatria premierà l’eccellenza romena in tutti i Paesi che raggiungerà, portando all’attenzione del pubblico e dei romeni di tutto il mondo i giovani valori romeni in via di affermazione, offrendo al pubblico concerti e spettacoli di rilievo in Italia, Germania, Israele, Francia, Repubblica di Moldova e Romania.

continua a leggere sul sito di riferimento