Pecoraro (Fond. Univerde): “E’ dolce italiano più diffuso nel mondo”

Milano, 3 feb. (askanews) – Il panettone tradizionale come simbolo e dell’eccellenza agroalimentare lombarda nel mondo. E’ questo il senso dell’iniziativa “Artigianato e tradizione” promossa a Milano, a due passi dalla Madonnina del Duomo, da Fondazione Univerde, Rotary Club, Euro-Toques e Cna proprio nel giorno dedicato al santo protettore della gola.

“Oggi è San Biagio, ed era il giorno in cui tradizionalmente si mangiava l’ultima fetta di panettone – spiega ad askanews Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde -: una tradizione importante nella cultura popolare così come il panettone tradizionale artigianale che si è un po’ perso, è diventato invece il prodotto dolciario italiano più diffuso nel mondo. Perchè noi lo mangiamo solo a Natale, nel mondo lo trovi dappertutto, ma è quello industrializzato. Ecco perchè l’idea insieme a Euro-Toques e insieme agli altri partner di premiare – insieme anche agli amici del Rotary club International – gli artigiani rimasti a fare il panettone nelle nostre varie province della Lombardia”.

A ottenere il risconoscimento sono stati Emanuele Comi, titolare dell’omomima pasticceria di Missaglia, nel cuore della Brianza lecchese, Mauro Scaglia, della Pasticceria Mascale di Roncadelle, nel Bresciano. La consegna dei premi – una moneta da 5 Euro (fior di conio) della Serie “Cultura Enogastronomica Italiana”, Franciacorta e Panettone – ha rappresentato il momento clou di una cerimonia che si è celebrata in una location tutt’altro che casuale.

“C’è stato un ex aequo, perciò ne abbiamo premiati due questa volta – aggiunge il presidente della Fondazione Univerde -. E l’abbiamo voluto fare in una pizzeria napoletana. Anche questo à un segnale. In una pizzeria che tra l’altro è dedicata a Sophia Loren, quindi un nome che rappresenta l’Italia nel mondo, perchè questo Paese ha così tanta biodiversità, anche culturale e agroalimentare, ma è anche fortemente unitario”.

Un messaggio dal chiaro sapore politico che arriva all’indomani del sì del Consiglio dei Ministri al disegno di legge sulla cosiddetta “autonomia differenziata”. “Chi vuole dividere l’Italia – assicura Pecoraro Scanio -non ci riuscirà. Questo Paese in realtà è molto, molto unitario, noi vogliamo rilanciare i prodotti agroalimentari tradizionali nella campagna NoFakeFood per difendere i nostri prodotti tipici. Peraltro io da ministro inventai e rilanciai il censimento dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani che sono i Pat, il panettone è uno di quelli registrati in Lombardia, e oggi abbiamo più di 5 mila prodotti tradizionali italiani registrati in tutta Italia”.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui