Un pareggio per ritrovare il sorriso. Il terzo consecutivo, ma molto diverso dai due precedenti. Dopo le ingenuità commesse al San Paolo contro il Cagliari e lo 0-0 senza emozioni né gloria sul terreno di gioco dello Sparta Praga, la squadra partenopea al Ferraris contro una lanciatissima Sampdoria ha trovato un’incornata vincente che permette di guardare avanti con ottimismo.
Ha avuto ragione Benitez quando nel commento della gara ha affermato che gli azzurri hanno avuto qualche buona occasione nel primo tempo e controllato la gara nella ripresa. Brava, senza dubbio, la Sampdoria a sfruttare l’ennesimo errore difensivo degli azzurri per sbloccare la gara, ma altrettanto bravo il Napoli a non mollare nonostante gli evidenti limiti in fase di costruzione della manovra e all’espulsione di Koulibaly (troppo ingenuo il francese sul secondo giallo). Il colpo di testa di Zapata è il giusto premio a una squadra che ci ha creduto fino alla fine e ha conquistato un punto molto importante in chiave terzo posto.
Già, perché finire alle spalle di Juventus e Roma deve essere l’obiettivo del Napoli ed è inutile illudersi che si possa ambire a qualcosa di più. Le prime due hanno un altro passo, gli azzurri non hanno la continuità da Scudetto e arrivare alle loro spalle dovrà essere la priorità da qui a fine maggio. E in questa chiave non essere superati in un colpo solo dalle due genovesi è certamente dato da non sottovalutare.

Passando dalla gara ai singoli menzione speciale la merita Duvan Zapata. Entrato al 79′, l’attaccante colombiano ha siglato il suo secondo gol in questo campionato facendosi trovare al posto giusto al momento giusto sul cross di Ghoulam.
Meno di 120 minuti giocati, due gol, una sola da titolare contro il Palermo in questa Serie A, nessuna parola fuori posto e la certezza che quando viene chiamato in causa dà il suo contribuito. L’ex Estudiantes meriterebbe maggiore considerazione da parte dell’allenatore spagnolo anche in campionato e non solo in Europa League, magari rischiandolo già dalla prossima gara contro l’Empoli al fianco di Higuain e al posto di un Hamsik che ha bisogno di rifiatare per ritrovare quella brillantezza persa ormai da qualche settimana.

Fonte: tuttonapoli.net

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui