“Napoli da vivere” racconta che nel periodo natalizio avremo in città una concentrazione di importanti mostre d’arte che affiancheranno l’enorme patrimonio artistico e culturale che Napoli ha già di suo. Tante mostre,  che spaziano dal periodo angioino all’arte contemporanea, che consentiranno ai cittadini ed ai visitatori una scelta interessante. Se a questo aggiungiamo il fatto che molte sono ad ingresso gratuito ed altre sono a prezzo vantaggioso possiamo affermare che vale la pena di fare un salto a Napoli anche solo per le mostre oltre che per l’immenso patrimonio storico e artistico disponibile normalmente. Ma vediamo quali sono le manifestazioni che saranno fruibili a Napoli anche per il periodo natalizio.

Al PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli ci sarà dal 6 dicembre 2014 al 28 febbraio 2015, una grande mostra sulle opere di Frank Shepard Fairey, uno dei più famosi street artist americani più conosciuto come#OBEY.  Shepard Fairey era già un apprezzato e conosciuto street artist ma è diventato ancora di più uno degli autori più influenti della scena contemporanea dopo aver realizzato il simbolo della campagna elettorale di Barack Obama. E’ di OBEY infatti l’immagine stilizzata in quadricromia di Barack Obama sovrapposta ai termini Hope (speranza), Change (cambiamento), Progress (progresso), divenuta simbolo della campagna elettorale del futuro presidente degli Stati Uniti d’America nel 2008.  (PAN Palazzo delle Arti di Napoli – Via dei Mille, 60 Napoli 0817958604. Prezzo biglietto: € 8,00 intero- € 4,00 ridotto).

Dalla Modern Art Agency alla genesi di Terrae Motus (1965-1982). Documenti, opere, una storia…” è il titolo della mostra che il Madre, il Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina, ospita fino al 9 marzo 2015 e dedica a Lucio Amelio il grande gallerista napoletano scomparso nel 1994. Dobbiamo a Amelio se i grandi protagonisti dell’arte contemporanea sono giunti a Napoli durante quei vent’anni, rendendo la città in quel periodo una vera capitale dell’arte contemporanea mondiale. E la mostra organizzata dal Madre ci fa conoscere e percorrere la storia e l’operato di Lucio Amelio attraverso l’esposizione di tante opere e documenti dei più grandi artisti della seconda metà del Novecento, molte delle quali esposte per la prima volta. (Museo Madre  via Settembrini 79 Napoli  081/19313016 Prezzo biglietto: intero 7 euro/ridotto 3,50/ lunedì gratuito).

“Azionismo pittorico – eccesso e sensualità” è una mostra che ci consentirà di ammirare, per la prima volta in Italia 70 opere di Hermann Nitsch provenienti dal Nitsch Museum di Mistelbach (Vienna). L’esposizione è a cura del critico d’arte tedesco Michael Karrer e propone, negli spazi del Museo Nitsch di Napoli, grandi tele, foto e video delle azioni pittoriche. Dettagli 70 opere di Nitsch. (Museo Nitsch – Vico lungo Pontecorvo 29/d – Napoli 081 5641655.  Prezzo biglietto: € 10,00, ridotto 5, Arte card 7.50).

Fino al 31 gennaio 2015, presso il Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore, si terrà una interessante mostra ad ingresso gratuito dal titolo” Il Bello o il Vero. La scultura napoletana del secondo Ottocento e del primo Novecento”. L’esposizione propone per la prima volta al grande pubblico i complessi percorsi e le numerose personalità degli artisti di un secolo non ancora celebrato dalla storia moderna. Attraverso dei percorsi espositivi particolari ed unici, tra alta tecnologia e le bellezze di San Domenico Maggiore, si potranno ammirare le opere di grandi artisti del periodo di fine-inizio secolo. (Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore 081 5629085 – Prezzo biglietto: ingresso libero).

Lo splendido Palazzo Zevallos Stigliano di via Toledo a Napoli ospiterà fino al 11 gennaio 2015, la mostra “Tanzio da Varallo incontra Caravaggio – Pittura a Napoli nel primo seicento”. La mostra ci consente di ammirare la produzione artistica napoletana del primo seicento, un periodo favoloso per Napoli che usciva da un’ampia ristrutturazione voluta da Don Pedro da Toledo, Viceré spagnolo a partire dalla metà del 500 che promosse grandi lavori di ampliamento e arricchimento della città.  (Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano, via Toledo N. verde 800.454229. Prezzo biglietto:  intero € 5,00  Ridotto € 3,00).

“Ori, argenti, gemme e smalti della Napoli angioina” è una interessante mostra sui tesori dell’eccezionale periodo angioino che si terrà fino al 31 dicembre 2014 al Museo del Tesoro di San Gennaro in via Duomo. Tesori unici di un periodo esaltante della storia cittadina che, per la prima volta , vengono messi assieme .In mostra oltre ai reliquiari del busto e del sangue di San Gennarola croce gigliata donata da Carlo II alla Basilica di San Nicola di Bari, le preziose mitre con perle e con smalti di Scala e di Amalfi, la capsula in oro a forma di foglia di vite  e tanti altri meravigliosi gioielli. Da non perdere. (Museo del Tesoro di San Gennaro in Via Duomo 149, Napoli. 081 294980 . Prezzo biglietto: 3,00 euro).

 

Fonte: napolidavivere.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui