Presentato il palinsesto del torneo che si disputerà in Qatar Roma, 21 ott. (askanews) – Dal 20 novembre in esclusiva sulla Rai tutte le 64 partite della Coppa del Mondo in Qatar, visibili anche in 4K per chi possiede una Smart Tv di ultimissima generazione. “Una innovazione molto importante”, come ha sottolineato oggi in conferenza stampa l’amministratore delegato della Rai Carlo Fuortes. “Ho spinto molto per far sì che la qualità, il 4K, potesse arrivare in tutte le case degli italiani, indipendentemente dalla presenza o meno del satellite” ha spiegato Fuortes. “Dai Mondiali in tutte le case degli italiani, ovviamente quelle dotate di un televisore connesso, quindi di ultimissima generazione, su 101 sarà possibile vedere in 4K tutte le partite”.

Sarà dunque “un’offerta ricchissima” quella proposta da Viale Mazzini: “64 partite in esclusiva sulla televisione e sulla piattaforma web”, ha illustrato il direttore della Distribuzione Marcello Ciannamea. “Di queste 64 partite – parlo della televisione – 37 saranno su Rai1, 19 su Rai2, e otto su Rai Sport HD (quelle previste in contemporanea con altre partite). Tutte le partite in prima serata alle ore 20 (con collegamento alle 19.45) saranno su Rai1 – quelle nella fase a gruppi – e saranno solo e sempre su Rai1 dagli ottavi in poi. La partita inaugurale Qatar-Ecuador sarà su Rai1 il 20 novembre, con calcio d’inizio alle 17 e collegamento alle 16.30”.

“Per tutto l’evento – ha illustrato ancora Ciannamea – ci saranno quattro partite al giorno, sui tre canali televisivi menzionati, alle 11, alle 14, alle 17 e alle 20 (questo fino alla fase a gruppi). Dagli ottavi in poi saranno quattro, poi due, una e così via. Da segnalare ancora l’appuntamento con il ‘Circolo dei Mondiali’ (18 appuntamenti a partire dal 21 novembre su Rai1 in seconda serata, in ogni giornata in cui sono previste partite), e in attesa dell’inizio del torneo il “Road to”: 16 puntate che ci racconteranno le 32 squadre partecipanti (su Rai Sport HD in seconda serata), e tre film documentari storici sui Mondiali del 1970, del 1986 e del 2006 (su Rai1 in seconda serata)”.

“Tutte le partite si potranno ascoltare anche su Radio1 e Radio1 Sport”, ha indicato a sua volta Andrea Vianello, direttore di Rai Radio 1. “Le più importanti chiaramente a Radio1, tutte in diretta, tutte con i nostri straordinari radiocronisti. Faremo programmi, faremo approfondimenti, e riprendiamo un programma che abbiamo fatto questa estate che si chiama Torcida Mundial”.

La direttrice di Rai Sport, Alessandra Di Stefano, ha infine citato una frase di Osvaldo Soriano (“Quando il miracolo del buon calcio si realizza davanti ai miei occhi, non me ne frega un fico secco di quale squadra me lo regala”) per assicurare che l’impegno sarà massimo anche se in Qatar non ci sarà l’Italia: “Noi dobbiamo raccontarlo questo Mondiale, lo dobbiamo far vivere, perché è una opportunità di crescita, culturale sociale antropologica, è tutto questo il Mondiale”. continua a leggere sul sito di riferimento