Con oltre 250 produttori nei luoghi simbolo della città

Milano, 3 feb. (askanews) – Da sabato 4 a lunedì 6 marzo prossimi, i luoghi simbolo di Torino come il Museo del Risorgimento, la Cavallerizza Reale e Palazzo Birago, ospiteranno la prima edizione del Salone del vino di Torino, un omaggio alla terra e all’attività vitivinicola del Piemonte tra storia e innovazione. L’evento, che sarà presentato ufficialmente il 10 febbraio al Palazzo Civico, è rivolto ai cittadini, ai turisti, agli esperti del settore, agli amanti, agli appassionati e ai curiosi del mondo del vino. Il cartellone prevede incontri, degustazioni, workshop, masterclass, aperitivi esclusivi e cene a tema, per degustare e conoscere il meglio del terroir e le migliaia di etichette della regione, anche in abbinamento alla gastronomia.

La rassegna, ha anche un palinsesto “off” diffuso, dal centro alle periferie, che prevede un’intera settimana dedicata al vino. Dal 28 febbraio al 6 marzo, infatti, sono in calendario oltre 100 appuntamenti in più di 60 location, con protagonisti, assieme ai produttori, i ristoranti, le piole, le enoteche, fra artisti, scrittori, masterclass, cene, degustazioni e anche tanto spettacolo.

Organizzato da KLUG APS insieme con Orticola Torino e Bonobo Events, la manifestazione ha il patrocinio della Città di Torino e di Regione Piemonte, il sostegno di Camera di commercio di Torino e di Fondazione CRT. I partner sono Gambero Rosso, Go Wine e Fisar Torino. Il Salone del vino è realizzato in collaborazione con Torino Wine Week, I Cento Torino – EDT Editore, Associazione F.E.A, Le Strade di Torino, Confesercenti di Torino e Provincia, Torino Doc, Giovani Per Torino (GxT), Vendemmia Torino, Portici Divini – Fondazione Contrada, Enoteca Regionale Vini della Provincia di Torino, Enoteca Regionale del Monferrato, Enoteca Regionale di Ovada, Libreria Bodoni, Off Topic, Cerchio gesso – Cubo Teatro, Combo e Eataly Torino. Main sponsor tecnici sono Bormioli, Chieppa Spa e Wined*Ora.

continua a leggere sul sito di riferimento