Per triennio 2023-2026 focus su lavoro, salute e formazione accademica

Roma, 27 gen. (askanews) – Giulio Bertola è stato rieletto presidente di Confindustria Romania per il triennio 2023-2026. Nel corso dell’Assemblea Generale privata dei Soci che si è tenuta il 26 gennaio, gli industriali e le imprese italiane, aderenti alla rappresentanza confindustriale, hanno espresso piena fiducia al presidente uscente rinnovando il mandato per altri tre anni. La rielezione di Bertola, noto e apprezzato imprenditore italiano che da decenni opera in Romania, è stata ufficializzata con il 95,18% dei consensi sulla base degli aventi diritto al voto, ampiamente al di sopra del quorum richiesto statutariamente del 75%.

“In questi tre anni della mia passata Presidenza, forse i più difficili dei 20 anni della nostra storia Associativa a causa del complesso contesto pandemico e del conflitto in Ucraina, abbiamo saputo dimostrare capacità non comuni: come disporre di una pronta reazione alle criticità, la vicinanza alle aziende in ogni circostanza, la sensibilità di ascoltare, comprendere e aiutare le persone in momenti particolarmente sensibili durante la loro permanenza in questo Paese. L’ampio consenso che ha riscontrato la mia candidatura è la testimonianza tangibile dello straordinario percepito positivo, da parte delle Imprese di Confindustria Romania, relativamente al nostro impegno e alla nostra costante presenza territoriale”, ha dichiarato Bertola parlando del lavoro fatto da Confindustria Romania, che rappresenta l’unica entità patronale riconosciuta ufficialmente dal governo romeno, nella rappresentanza economica dei maggiori investimenti italiani, non solo come volume di fatturato ma anche come numero di iscritti.

In questa occasione sono state presentate le Linee programmatiche del nuovo mandato, che prevedono il consolidamento ed il perfezionamento di quanto già intrapreso negli anni precedenti e allo stesso tempo la proposta di nuovi progetti, con un focus particolare sul lavoro.

Bertola ha presentato il progetto “vinoacasa.ro”, impostato tra Italia e Romania, che partirà operativamente a febbraio rappresenta un piano completo e innovativo indirizzato alla diaspora romena residente all’estero, che vanta come attori coinvolti oltre a Confindustria Romania, anche Mutua MBA e Intesa Sanpaolo Romania.

Un altro obiettivo strategico, sempe collegato al tema lavoro, riguarda il potenziamento dei rapporti con le principali Università della Romania e l’inaugurazione del primo ed unico Centro di Eccellenza italiano presso un’università romena, in questo caso con l’Universita UBB di Cluj, oltre all’Accordo siglato con l’università di Pitesti.

Nell linee programmatiche del prossimo triennio sotto la guida di Bertola, è inserita la futura inaugurazione del Progetto “DESK Romania” in Italia, prevista per il 21 febbraio prossimo nella prestigiosa sede di Confindustria Veneto Est, iniziativa che verrà estesa presso altre Confindustrie in Italia e che prevede il supporto a favore delle imprese interessate ad interagire con la Romania. Questa iniziativa è consequenziale e collegata ai Road show di presentazione che Confindustria Est Europa svolge in Italia, con le 11 Rappresentanze internazionali, tra cui la stessa Confindustria Romania.

A questi obiettivi si aggiunte “Total Care Romania”, un progetto di “Protezione sanitaria e sostegno sociale”, rivolto agli imprenditori associati di Confindustria Romania e alle loro famiglie, ai dipendenti delle aziende iscritte, ai pensionati italiani in Romania, che non hanno la possibilità finanziarie per curarsi.

In base a questa strategia articolata e ricca, il presidente Bertola ha voluto ampliare la propria Squadra di governo, per garantire alla base associati un sostegno sempre più qualificato e tempestivo. “Ritengo che un approccio inclusivo, che coinvolga le migliori competenze nei vari settori, sia la migliore risposta alle innumerevoli manifestazioni di entusiasmo delle imprese per il nostro progetto associativo. Un maggiore coinvolgimento di risorse dimostra la serenità e la sicurezza con cui affrontiamo l’onere della Rappresentanza patronale, garantendo una governance costruttiva, una condivisione progettuale valorizzata dal confronto autorevole e offrendo trasparenza operativa, il tutto nel rispetto dei fondamentali principi etici che hanno, da sempre, caratterizzato la Confindustria in questi oltre 100 anni di storia”, ha concluso il presidente di Confindustria Romania.

La squadra per il triennio 2023-2026 è composta oltre che dal presidente Bertola, dal Vicepresidente Vicario, Davide Meda di Pirelli Tyres; dai Vice Presidenti aggiunti: Giacomo Billi, Alive Capital, Luca Militello, Gruppo Spitalul Monza, Toni Pera di Isopan Est e Luca Meuli della Secol Romania e dai Consiglieri di Presidenza: Roberto Falato (Crowe), Andrea Infriccioli (Cons A&M Support), Andrea De Michelis (Intesa Sanpaolo Romania), Raluca Popescu (Unicredit Romania), Alberto Morini (IFIS Finance), Federico Cianciosi (Prysmian), Mario Antico (Antico & Partners), Mauro Gadaleta (SITE Instalati) Fausto Mastrini (Autoperugia), Vincenzo Gaudino (Telecomponenti), Leonardo Rossi (Work’s Quality) Andrea Allocco (Technology Reply). A completare la squadra i tre Consiglieri eletti in Assemblea: Andrea Conselvan, Fabrizio Catenacci e Alfredo Tisocco e i sette Delegati Territoriali che verranno nominati e/o riconfermati durante la prima convocazione del nuovo Consiglio Generale, insieme ai Responsabili dei Gruppi Tecnici.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui