Tributo a Lina Wertmuller e i corti inediti

Roma, 29 nov. (askanews) – La Mostra de Cinema Italià de Barcelona, giunta alla sua undicesima edizione, è un’importante vetrina dedicata al cinema italiano in Spagna.

Il progetto del festival è di proporre a pubblico, stampa e operatori spagnoli un “best of” della più recente produzione italiana.

Il programma, dal 16 al 21 dicembre, prevede la proiezione di dieci lungometraggi – selezionati ogni anno da un esperto cinematografico – tra quelli che hanno partecipato ai maggiori festival internazionali dell’anno in corso, scrive l’Istituto italiano di cultura di Barcellona presentando l’evento organizzato in collaborazione con Cinecittà.

Una sezione speciale è dedicata ai cortometraggi della Sic@Sic programmati nella Settimana Internazionale della Critica della Biennale di Venezia.

Sei cortometraggi di autori italiani non ancora approdati al lungometraggio, che concorrono per il Premio Corti, assegnato da una giuria composta da tre personalità di spicco del settore.

La manifestazione è organizzata dall’area Promozione Internazionale di Cinecittà in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, il Consolato Generale d’Italia e con il supporto di sponsor locali.

In questa undicesima edizione, si sottolinea l’importante presenza femminile dei titoli esposti, con il 40% diretti da donne e due di loro opere prime.

Questo è un dato rappresentativo della ‘nuova onda’ del cinema italiano, storicamente molto maschile. Secondo gli ultimi dati (2018), la produzione femminile è del 12% annuo, ma la percentuale di titoli che arrivano nelle sale è ancora inferiore: 9,2%.

Quindi la rappresentazione della Mostra di questa edizione è una chiara dimostrazione della forza delle donne cineaste negli ultimi anni nel cinema italiano.

“L’Avventura” con Monica Vitti è parte della programmazione dell’11esima edizione della Mostra che omaggia l’attrice romana con questo classico diretto da Michelangelo Antonioni e Lina Wertmüller con la proiezione della sua opera “I Basilischi”.

continua a leggere sul sito di riferimento