Domenica attentato ad Ankara. Impegnati 13.440 agenti in 16 province

Roma, 3 ott. (askanews) – Decine di arresti sono stati compiuti oggi dalle forze si sicurezza turche nel quadro di un’operazione contro militanti del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK) in 16 province del paese, ha riferito il ministro degli Interni Ali Yerlikaya.

Nel suo resoconto su X, il ministro ha precisato che nell’operazione Heroes sono stati coinvolti circa 13.440 membri dell’apparato di sicurezza turco.

Secondo Yerlikaya, alle 8:30 del mattino sono stati effettuati 466 raid che hanno portato alla cattura di 12 presunti sospetti terroristi nelle province di Mersin, Van, Sanliurfa, Mardin e Aydin, più altri 55 a Sirnak, Istanbul, Bursa, Batman, Denizli, Adana, Kayseri, Antalya, Konya, Isparta e Kocaeli.L’operazione è stata lanciata due giorni dopo l’attacco suicida alla sede del ministero dell’Interno turco ad Ankara, rivendicato dal PKK, quando un uomo si è fatto esplodere e un complice è stato neutralizzato dalla polizia.

Nell’esplosione erano rimasti feriti lievemente due agenti.

continua a leggere sul sito di riferimento