Per un valore di 600 mln euro. L’analisi di Nomisma per ITA.BIO

Milano, 27 gen. (askanews) – Il vino è uno dei prodotti bio più diffusi sul mercato scandinavo e se ci si focalizza sul mercato svedese, ben un quarto delle vendite di vino è costituito proprio da referenze a marchio bio per un valore di 600 milioni di euro. In tale scenario, l’Italia è leader assoluto con un peso sul totale delle vendite di vino bio del 42%, sia a valore che a volume nel 2021. Un successo da ricondurre in primis all’ottimo posizionamento di alcuni territori quali Veneto (grazie al Prosecco che rappresenta la denominazione a marchio bio più venduta in Svezia), Sicilia e Puglia. É quanto emerge dalla survey originale sui consumatori danesi e svedesi presentata al quarto forum ITA.BIO, la piattaforma online di dati e informazioni per l’internazionalizzazione del biologico Made in Italy, curata da Nomisma e promossa da ICE Agenzia e FederBio

“Il vino italiano gode di un’ottima reputazione sul mercato scandinavo e l’Italia figura al primo posto tra i Paesi che producono i vini di maggiore qualità” ha commentato Emanuele Di Faustino di Nomisma, spiegando che “tale forte apprezzamento nei confronti del vino Made in Italy trova riscontro anche con riferimento al biologico: ben il 38% degli wine user beve vino a marchio bio di origine italiana e il 20% lo fa con cadenza settimana. E le opportunità per le aziende vitivinicole italiane sono ancora ampie su tale importante mercato – ha proseguito – al punto che quasi la metà dei consumatori sarebbe interessato a provare un nuovo vino italiano a marchio bio, mentre in un terzo dei casi sarebbe disposto a spendere un differenziale di prezzo superiore al 5% rispetto ad un vino italiano non bio”.

In generale, nel 2022 le vendite di prodotti agroalimentari italiani bio (in larga parte food) sui mercati internazionali hanno raggiunto i 3,4 miliardi di euro, mettendo a segno una crescita del +16% (anno terminante a giugno) rispetto all’anno precedente. Dall’analisi di Nomisma risulta anche che Danimarca e Svezia, ottavo e nono mercato al mondo per vendite di prodotti BIO, con un incremento rispettivamente del +183% e del +176% negli ultimi 10 anni ed un tasso di penetrazione del bio dell’87%, sono tra i mercati più promettenti per il nostro bio. Olio extra vergine d’oliva, formaggi, conserve di pomodoro, salumi, formaggi e vino sono i prodotti italiani a marchio bio più acquistati dai consumatori scandinavi ma anche le categorie per i quali il consumatore è più interessato al binomio bio-Made in Italy.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui