Consegnati i premi della diciassettesima edizione
Roma, 22 ott. (askanews) – Il film “January” ? di Viesturs Kairišs ha vinto la diciassettesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Coproduzione di Lettonia, Lituania e Polonia, è ambientato nel 1991 ed ha per protagonisti tre aspiranti filmaker che si trovano di fronte all’invasione dei carri armati sovietici che vogliono reprimere l’indipendenza della Lettonia, dichiarata il 4 maggio dell’anno prima. Ottimi i risultati di quest’anno della Festa, guidata per la prima volta dal Presidente della Fondazione Cinema per Roma Gianluca Farinelli e dalla direttrice artistica Paola Malanga. Gli accrediti sono aumentati del 34%, i biglietti del 24%, gli spettatori del 35%, in totale sono stati più di 56.600, a due giorni dalla fine del festival. Farinelli ha parlato di “scommessa vinta” e di “Festa plurale, dove convivono film e generi diversi e Festa molto internazionale”. La direttrice artistica Paola Malanga ha sottolineato che la grande affluenza di pubblico è stata “la soddisfazione più grande”. Per il Concorso Progressive Cinema la giuria composta da Marjane Satrapi, Louis Garrel, Juho Kuosmanen, Pietro Marcello e Gabrielle Tana hanno assegnato inoltre questi premi: il Gran Premio della Giuria a “Jeong-Sun” di Jeong Ji-hye, il premio per la miglior regia sempre a “January”, il premio per la migliore attrice “Premio “Monica Vitti” è andato a Kim Kum-Soon per “Jeong-sun”, quello per miglior attore, “Premio Vittorio Gassman” al protagonista di “January” Karlis Arnolds Avots. Il premio per la miglior sceneggiatura è andato a Andrea Baagney per “Ramona”. Il premio speciale della Giuria è andato a “Foudre” di Carmen Jaquier. Il premio per la migliore commedia “Ugo Tognazzi” è stato assegnato da una giuria presieduta dal cineasta Carlo Verdone e composta dall’attrice Marisa Paredes e dall’autrice e attrice Teresa Mannino. Il vincitore è “What’s love got to do with it?” di Shekhar Kapur. È stata inoltre assegnata la Menzione Speciale Miglior Commedia – Premio “Ugo Tognazzi” al film “Ramona” di Andrea Bagney. A “Causeway” di Lila Neugebauer è andato il premio come migliore opera prima di BNL BNP Paribas. continua a leggere sul sito di riferimento