Confermare posizione Parlamento Ue nei triloghi

Roma, 2 ott. (askanews) – “Auspichiamo che il voto positivo espresso dalla plenaria del Parlamento europeo lo scorso aprile, che andava nella direzione di garantire una protezione rafforzata alle Indicazioni Geografiche, tutelando ad esempio i prodotti italiani di eccellenza quali il Prosecco e l’Aceto Balsamico di Modena da imitazioni come il Prošek e l’aceto sloveno o cipriota, trovi conferma anche al termine dei triloghi con il Consiglio e la Commissione europea”. Lo ha detto la presidente di Federvini, Micaela Pallini, riferendosi alla riunione odierna a Bruxelles tra i rappresentanti degli Stati membri per definire la posizione del Consiglio in vista del trilogo del 10 ottobre prossimo.

“Chiediamo alle Istituzioni nazionali ed europee di attivare il massimo grado di attenzione in materia – è la richiesta di Federvini – affinché l’indirizzo espresso sinora sia ribadito e possa condurre alla definizione di una riforma di sistema condivisa e capace di sostenere la più efficace valorizzazione e tutela dei prodotti delle nostre filiere”.

Pallini ha anche espresso apprezzamento per il discorso pronunciato dall’europarlamentare Paolo De Castro proprio pochi giorni fa, in occasione degli Stati Generali del vino a Roma.

“La partita ancora aperta che riguarda la revisione del Regolamento IG ricopre un rilievo essenziale in ottica di tutela dei prodotti e delle eccellenze delle nostre filiere del vino, spiriti e aceti – ha detto – Sposiamo pienamente le parole espresse da De Castro che ha ribadito la necessità di salvaguardare i prodotti di qualità approvando un quadro normativo in grado di assicurare una tutela estesa alle nostre eccellenze”.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui