Percorso in 10 tappe primo appuntamento il 14 febbraio alla Lumsa

Milano, 12 feb. (askanews) – Parte da Roma l’edizione 2024 del “Giro d’Italia della CSR” – evento itinerante de “Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale” – che ha l’obiettivo di valorizzare le esperienze concrete di sostenibilità da parte di imprese e territori, di promuovere la cultura della sostenibilità e stimolare un’emulazione virtuosa. Anche quest’anno saranno in tutto dieci le tappe in programma per offrire a esperti del territorio e organizzazioni la possibilità di confrontarsi e di approfondire tematiche riguardanti lo sviluppo sostenibile. La tappa di Roma – organizzata in collaborazione con l’Università LUMSA e Anima per il sociale nei valori d’impresa – si svolgerà il 14 febbraio 2024 a partire dalle 9.30 nella sala Giubileo dell’Università LUMSA di Roma, in via Porta Castello 44. Seguiranno poi gli incontri a Torino, Gorizia, Teramo, Verona, Messina, Genova, Bologna, Bari e Cagliari.

I lavori ospitati alla Lumsa hanno come titolo “Sostenibilità: quando si crea valore per gli stakeholder” e offriranno l’occasione per approfondire, nel confronto con i relatori, il ruolo degli stakeholder nella costruzione di un progetto di sostenibilità, con una visione a 360 gradi che includa sia il punto di vista delle aziende che delle organizzazioni non profit e dei consumatori. Un sistema di relazioni sempre più complesso e per questo cruciale, come spiega Rossella Sobrero, del Gruppo promotore del Salone.

“Bisogna essere consapevoli che la complessità porta in sé tante contraddizioni che prima di essere risolte devono essere comprese – dice Sobrero – Riconoscere queste contraddizioni può migliorare anche la relazione con gli stakeholder in una logica di confronto e di scambio con l’obiettivo di riuscire a costruire soluzioni condivise”.

Il tema delle contraddizioni oltre d essere il punto focale dell’edizione 2024 del Salone -che ha scelto come titolo proprio “Sfidare le contraddizioni” – sarà dunque centrale fin dalla prima tappa del Giro per svilupparsi come come fil rouge nel corso dei successivi incontri, mettendo in evidenza di volta in volta criticità e possibile soluzioni dinanzi al loro manifestarsi. “La sostenibilità è un processo di trasformazione dell’economia non privo di criticità e contraddizioni – commenta il professor Francesco Bonini, Rettore dell’Università LUMSA -. Per creare valore realmente condiviso è necessario recuperare la dimensione etica e valoriale. La formazione è fondamentale per favorire un corretto approccio a questi temi”.

Per Anima per il sociale nei valori d’impresa, a intervenire alla prima tappa del “Giro d’Italia della CSR ” sarà la presidente Sabrina Florio. “Con entusiasmo e convinzione rinnoviamo la partnership ultradecennale con il Salone della CSR – commenta – L’appuntamento romano rappresenta per le imprese del territorio un’occasione importante di aggiornamento e riflessione. Il contesto attuale caratterizzato da complessità e contraddizioni richiede infatti alle nostre imprese di ricercare nella relazione virtuosa con gli stakeholder gli strumenti per rinnovare la propria vitalità e capacità di guardare con fiducia al futuro”.

Dopo i saluti di apertura di Francesco Bonini, Rettore dell’Università LUMSA, di Sabrina Florio, presidente Anima per il sociale nei valori d’impresa e di Rossella Sobrero, del Gruppo promotore Il Salone della CSR, i lavori della tappa romana del Giro proseguiranno con un primo intervento di scenario con Luigino Bruni, Economista e storico del pensiero economico dell’Università LUMSA. Alle 10.15, si aprirà il focus sull’ambiente con Gennaro Iasevoli, prorettore alla Ricerca e all’internazionalizzazione dell’Università LUMSA, Benedetta Flammini, drettrice Marketing e Comunicazione di WWF Italia e Rossella Bozzini, External Relations & Sustainability Aeroporti di Roma. A seguire, il secondo panel dedicato al sociale con Simonetta Giordani, segretario generale di Civita, Mara Bucciarelli, head of Risk Management e Reporting Integrato Poste Italiane e Roberto Ziliani, presidente SLAMP. Alle 11.45 sarà la volta del dibattito sul ruolo dei consumatori, con Filippo Giordano, membro del Comitato scientifico de Il Salone della CSR e Professore ordinario di Economia Aziendale dell’Università LUMSA, Biagio Oppi, direttore Comunicazione esterna Pfizer Italia, Federico Cavallo, head of Public Affairs & Communication di Altroconsumo e Francesco Garufi, chief commercial director MT Caffè Borbone. Le conclusioni saranno lasciate a Giovanni Ferri, direttore del Master Management of Sustainable Development di LUMSA Master School.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui