The Next, strumento innovativo creato da Global Blue e Lybra Tech, evidenzia presupposti positivi

Roma, 6 apr. (askanews) – A due settimane dal Salone del Mobile, si guarda con ottimismo ai flussi turistici derivanti dalla manifestazione di punta della programmazione milanese, che potranno contribuire fortemente alla continuazione della ripresa post-Covid.

Un’osservazione possibile grazie all’analisi dei dati messi a disposizione da “The Next”, il report frutto della partnership tra Global Blue, società leader nel settore del Tax Free Shopping, e Lybra Tech, azienda italiana che sviluppa soluzioni tecnologiche basate sui big data, per destinazioni turistiche, aziende ed hotel. Lo studio mette in evidenza i risultati dell’edizione 2022 e le prospettive della domanda turistica per aprile 2023.

Global Blue ha rilevato che lo scorso anno lo scontrino medio ha raggiunto 1.278 euro e le vendite rispetto alla settimana pre Salone del Mobile hanno segnato una crescita del 58%. Americani, brasiliani e emiratini detengono i primi posti per la più alta spesa Tax Free a Milano durante la settimana del Salone. Nel 2022, gli americani hanno registrato uno scontrino medio di 1.609 euro. Gli arabi hanno superato questo valore registrando una spesa media di 1.748 euro. Tra le categorie merceologiche, nel 2022 il Fashion&Clothing segna il più alto tasso di recovery di spesa tax free al 68% rispetto al Salone 2019 ed uno scontrino medio di 1.265 euro (+16%).

Le prospettive per quest’anno sono positive, tra i protagonisti i turisti USA. Lybra Tech indica infatti una crescita del 14% delle ricerche effettuate tra inizio novembre e fine febbraio per il periodo di soggiorno ad aprile. L’80% della domanda è da parte di stranieri e i principali mercati extra UE sono appunto gli Stati Uniti al primo posto, seguiti dal Regno Unito e dal Brasile.

Secondo Lybra Tech, queste nazionalità estere maggiormente attive segnano una Booking Window media – la finestra temporale di prenotazione – di quasi 2 mesi, dato estremamente positivo che conferma l’elevato desiderio dei turisti di prenotare con largo anticipo per assicurarsi un soggiorno in città durante l’evento. Il giorno più ricercato, principalmente da turisti stranieri, è il 18 aprile, giornata di inizio del Salone. La permanenza media straniera durante il Salone è superiore rispetto a quella tipica delle città d’arte, di circa due giorni e mezzo: brasiliani e emiratini registrano infatti una permanenza media di quasi tre giorni e mezzo, aumento probabilmente dovuto all’importante fiera.

I turisti attratti dalla bellezza di Milano durante la manifestazione sono prevalentemente coppie, 69% sul totale, seguite da single (19%) e famiglie (10%). Nonostante gli americani rappresentino la nazionalità estera più attiva, il Salone continua comunque ad attirare gli italiani, grandi appassionati del design.

L’analisi di “The Next” costituisce un osservatorio innovativo. Il lavoro è basato sull’allineamento di due diverse fonti dati, una consuntiva e l’altra previsionale, che consente di valutare le performance Tax-Free Shopping e di confrontarle con il mercato di riferimento. I turisti, infatti, rappresentano un bacino di inestimabile valore per ogni azienda, ma i mutevoli bisogni ed i repentini cambiamenti delle dinamiche di mercato hanno reso la loro comprensione ancora più importante per la strategia aziendale. È questa ragione che ha portato alla nascita di The Next, che costituisce uno strumento unico per rendere i brand consapevoli e protagonisti delle trasformazioni del mercato turistico sempre più in rapida evoluzione. Il tutto per dare alle imprese del settore l’opportunità di pianificare scelte di business data-driven attraverso la lettura e l’interpretazione della domanda turistica futura.

continua a leggere sul sito di riferimento