“Ogni volta che la canto la mia canzone mi emoziona”

Milano, 7 feb. (askanews) – Gianluca Grignani è in gara al 73° Festival di Sanremo con il brano “Quando ti manca il fiato” (Falco a Metà / Sony Music).

“E’ il pezzo più bello che ho scritto. Ogni volta che canto la mia canzone mi emoziona in modo diverso mi mette di fronte a me stesso, e mi fa anche soffrire. Questa canzone non dà una risposta, non ha una morale è una emozione” ha detto in conferenza stampa Gianluca Grignani, che si esibirà per la prima volta questa sera, martedì 7 febbraio, accompagnato sul palco da Salvatore Cafiero (chitarra) e Enrico Magnanini (pianoforte).

Il cantautore elettrico torna sul palco del Teatro Ariston dopo averlo calcato per 6 volte in gara e 2 volte in qualità di ospite. “Quando sono venuto a Sanremo la prima volta ascoltavo tutti, ero un ragazzo che si difendeva, ora sono gli altri che si devono difendere da me, ho dato un decimo di quello che potevo dare. Io sono fortunato, la mia partecipazione è stata considerata obsoleta ma ho tanto da dare. Ho scelto di partecipare perchè ho la certezza che la mia musica c’era e aveva un futuro, per questo sono andato avanti per la mia strada, prima non c’era quello che facevo io. Io sono il mio futuro” ha spiegato.

Rispetto alle polemiche dello scorso anni sulla sua forma fisica durante la scorsa edizione del Festival dove si è esibito con Irama ha detto: “Avevo preso il cortisone perchè dovevo cantare con Irama e avevo dei problemi e mi ha gonfiato, ma non mi hanno toccato le polemiche, sembrava avessi vinto io il Festival perchè parlavano tutti di me”.

“Non è una ballata ma è blues e il blues non ha morale, nasce dagli schiavi nel campi di cotone che non dovevano far vedere agli schiavisti se erano felici o tristi. Questa canzone non ha morale, avrei potuta intitolarla Ciao papà, ma era troppo accattivante e non sarebbe stata vera. È una canzone per tutti e di tutti” ha aggiunto Grignani.

A dirigere l’orchestra del Festival di Sanremo per Gianluca Grignani il Maestro Enrico Melozzi, che ha cofirmato con il cantautore la canzone sanremese. Nella serata di venerdì 10 febbraio, dedicata alle cover, Gianluca Grignani duetterà con l’amica e collega Arisa portando sul palco del teatro Ariston “Destinazione paradiso”, l’iconico brano, rimasto nella memoria di più generazioni, che Gianluca presentò al Festival nel 1995.

Oggi Gianluca Grignani ha ricevuto il “Premio SIAE” a trent’anni dal suo primo deposito alla Società Italiana degli Autori ed Editori.

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui