Ma non c’è certezza sulla tempistica

Roma, 6 apr. (askanews) – La Corea del Nord è pronta a condurre un test nucleare “in qualsiasi momento”. Lo ha ribadito oggi il ministro della Difesa della Corea del Sud Lee Jong-sup, in un’audizine parlamentare.

Lee, parlando al comitato difesa dell’Assemblea nazionale sudcoreana, ha segnalato la recente presentazione della testata nucleare tattica Hwasan-31 e il test di un drone di attacco nucleare sottomarino come segnali di un’accresciuta volontà di provocazione da parte di Pyongyang.

“(La Corea del Nord) ha già completato i preparativi per quello che sarebbe il suo settimo test nucleare ed è in grado di eseguirlo in qualsiasi momento”, ha detto il ministro ai parlamentari, secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Yonhap.

Le sue parole richiamano un rapporto d’intelligence licenziato dal suo dicastero nel quale si sottolinea che l’eventuale test nucleare nordcoreano avrebbe lo scopo di effettuare una “verifica tecnologica finale” necessaria per la produzione di massa e il dispiegamento operativo di testate nucleari.

Lee ha anche annunciato che Seoul e gli Stati Uniti hanno elaborato misure militari congiunte per rispondere al possibile test nucleare, con l’obiettivo di dimostrare la “forte” volontà della loro alleanza.

Le misure includono una dimostrazione di forza combinata degli alleati, che coinvolgerebbe anche le risorse militari strategiche americane. Non ha approfondito ulteriormente.

L’intelligence sudcoreana è particolarmente concentrata nel monitoraggio del sito dei test nucleari nordcoreani di Punggye-ri, ha segnalato il ministro.

Sulla tempistica del test, tuttavia, vi sono opinioni contrastanti. Alcuni ritengono che il Nord potrebbe non condurre un test a breve, dato che sembra aver acquisito tecnologie sufficienti attraverso sei test nucleari, incluso l’ultimo nel 2017, e il leader Kim Jong Un che chiede un aumento “esponenziale” dell’arsenale nucleare del Paese. Altri ipotizzano che il regime voglia continuare lo sviluppo per perfezionare le tecnologie di cui è in possesso per le armi nucleari tattiche e di altro tipo, e quindi il test sarebbe imminente.

Lee ha segnalato la costante spinta del Nord ad acquisire veicoli per il lancio di armi nucleari, osservando che Pyongyang ha utilizzato le recenti ampie manovre militari congiunte Corea del Sud-Stati Uniti come pretesto per testare e confermare le capacità di quei veicoli.

I vettori in questione includono missili balistici e da crociera lanciati da sottomarini, droni d’attacco sottomarini e un assortimento di missili che utilizzano varie piattaforme di lancio: treni, silos e lanciatori mobili.

continua a leggere sul sito di riferimento