Battuto Grigor Dimitrov 6-4 3-6 6-2

Roma, 2 ott. (askanews) – Vittoria di cuore e sofferenza quella ottenuta da Jannik Sinner ai quarti dell’China Open contro Grigor Dimitrov – 64 36 62 – che proietta il n.1 del tennis azzurro verso una semifinale contro Carlos Alcaraz (3-3 i precedenti sul circuito Atp, cui si aggiunge la loro prima sfida, datata 2019, giocatasi al primo turno del Challenger di Alicante e vinta dallo spagnolo in tre set) una continuando ad alimentare la rincorsa a un ranking che, in caso di vittoria nel torneo, lo porterebbe al 4° posto, eguagliando così la miglior classifica mai raggiunta da un italiano nell’era Open appannaggio oggi di Adriano Panatta (1976).

E’ stata una vera e propria fatica quella sostenuta dall’altoatesino, brillante in avvio ma progressivamente risucchiato da una condizione fisica ancora distante dall’optimum, a fronte di un Dimitrov confermatosi invece giocatore maturo e poco incline all’errore una volta intuito uno spiraglio nel gioco dell’azzurro.

Domani alle 13.30 sfiderà in semifinale il n.2 del ranking Alcaraz, vincitore in due set nel quarto contro Casper Ruud – 64 62 – e apparso decisamente più in forma rispetto a quanto mostrato dall’italiano. Impreciso e affaticato, ma orgoglioso nel voler comunque portare a casa un match con quel poco di energie rimastegli nel serbatoio. Una prova di carattere che andrà ora ulteriormente irrobustita in chiave fisica per lanciare il bliz al rivale murciano e al contempo continuare ad alimnetare il sogno di una classifica destinata a fare storia..

“C’é stato un game in cui ero 15-40 e un altro dove mi trovavo 0-40 in cui ho commesso degli errori gratuiti, ma anche lui ha giocato molto aggressivo. E’ il tennis – ha commentato a caldo Sinner si microfoni dell’Atp -Ovvio che sarebbe stato più semplice se fossi riuscito a sfruttare quelle occasioni. Nel terzo set credo però di essere riuscito a gestire bene la situazione, specialmente quando ero al servizio sul 4-2. Sono molto contento di approdare al prossimo turno”. “E’ stata una serata molto difficile – ha poi aggiunto – a un certo punto mi son sentito male, non so se forse era qualcosa che ho mangiato ma stavo per vomitare. Ma questo è lo sport, posso essere contento, il livello era molto alto e spero di recuperare per domani perché sarà fondamentale se voglio giocare una partita alla pari”.

continua a leggere sul sito di riferimento