Baldassarra: nessun problema su sicurezza dati e privacy

Roma, 5 ott. (askanews) – “L’intelligenza artificiale generativa oggi può essere considerata il motore della crescita dell’economia italiana grazie alla sua capacità di supportare le imprese nell’aumentare l’efficienza e la competitività”. Seeweb, azienda italiana con Data Center nel Lazio e nella Lombardia e impegnata nel fornire infrastrutture per l’intelligenza artificiale, nel corso della sua partecipazione al “ComoLake2023 – Next Generation Innovations” ha illustrato i benefici derivanti da investimenti sull’Intelligenza Artificiale puntando su sviluppo full stack e tecnologie italiane.

Nel corso dell’evento, nella cornice di Villa Erba a Cernobbio, Seeweb partecipa insieme a Connesi, operatore di connettività del Gruppo Dhh. Le due aziende, nel corso dei tre giorni di lavoro, fino a sabato 7, sono a disposizione di imprese, enti e istituzioni per un dialogo sull’innovazione e sulle sfide collegate alla sostenibilità e all’intelligenza artificiale.

“Nel futuro, anche a breve termine, l’Intelligenza Artificiale sarà sempre più diffusa – osserva l’amministratore delegato di Seeweb, Antonio Baldassarra – . I timori di alcune aziende che oggi temono soprattutto che l’Intelligenza Artificiale possa causare problemi in termini di privacy e di sicurezza dei dati, possono essere superati solo tenendo conto che l’utilizzo dell’IA potrebbe essere considerato per migliorare il lavoro, la ricerca, il benessere, con particolari benefici per il Pil e la produttività del Paese. Soprattutto perché oggi è possibile utilizzare tutte le potenzialità dell’intelligenza artificiale e del machine learning proteggendo il codice e senza subire minacce di data profiling e di tracciamento a fini marketing”.

Secondo Baldassarra “oggi possiamo sfruttare infrastrutture tecnologiche italiane ed europee. Per garantire che l’AI Generativa sia davvero un motore di crescita, dobbiamo senz’altro ispirarci a quello che sta accadendo intorno a noi, ma senza lasciare che ciò inibisca la nostra possibilità di costruire qualcosa di nostro”. Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale anche liberarsi da quell’atteggiamento provinciale con cui siamo soliti guardare le grosse corporation dell’hi-tec. “È innegabile che garantiscano un contributo tecnologico importante – sottolinea Baldassarra – ma pensare che siano insostituibili ha un impatto negativo sulla fiducia nel nostro saper fare”. E quindi occorre attuare una serie di scelte, strategiche non solo per le aziende, ma per tutto il sistema Paese: investire nella qualifica e nella formazione di figure in grado di supportare questa trasformazione, privilegiare lo sviluppo full stack di soluzioni di intelligenza artificiale generativa, adottare servizi tecnologici europei. Anche per questo Seeweb ha deciso di partecipare al ComoLake insieme a Connesi, uno dei maggiori player italiani nel settore delle telecomunicazioni. Cloud e connettività sono infatti argomenti che vanno a braccetto.

continua a leggere sul sito di riferimento