E’ il momento del dolore e del rispetto per la famiglia di Giulia, modalità e concetti espressi non sono i miei

Venezia, 20 nov. (askanews) – “Ho letto quanto scritto sui social dal consigliere regionale del Gruppo misto Stefano Valdegamberi: rispondo ora ai tanti che mi stanno chiedono che cosa ne penso. Sono parole dalle quali mi dissocio totalmente, nei concetti espressi e nelle modalità”. Lo ha dichiarato il presidente del Veneto, Luca Zaia prendendo le distanze da quanto scritto dal consigliere regionale della sua lista Stefano Valdegamberi.

“Penso che sia il momento del dolore e del rispetto – ha proseguito il governatore – non certo quello di invocare l’intervento di magistrati sulle dichiarazioni personali della sorella di una ragazza che ha perso la vita in questo modo tragico. Siamo tutti chiamati a una riflessione profonda, intima, e soprattutto a combattere ogni forma nella società di violenza sulle donne. Giulia Cecchettin è la 105esima vittima innocente in questo Paese; c’è un grande lavoro da fare per formare l’intera comunità – ha concluso ben venga il lavoro nelle scuole, sulle nuove generazioni e sull’intero strato sociale”.

Bnz

continua a leggere sul sito di riferimento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui